Recent Posts

giovedì 1 dicembre 2011

Crostata di Cavolfiore


Oggi posto la ricetta di una gustosissima crostata di cavolfiore. Gustosissima è l'aggettivo che le ho attribuito in prima persona visto che l'ho mangiata solo io. Si, perché a casa nessuno mangia il cavolfiore, anzi non sopportano nemmeno che lo prepari per me sostenendo che "fa troppa puzza". Io, imperterrita, li ignoro e continuo a utilizzare quest'ortaggio che mi piace molto.
Potete fare la crostata con la pasta frolla salata o la pasta brisé, anche già pronte. Io l'ho fatta con questa pasta che contiene il lievito di birra ma che non deve lievitare prima di essere messa in forno. La ricetta di questa sfoglia prevede anche l'utilizzo di poco zucchero, io lo metto perché mi piace il gusto dolce-salato.

Ingredienti:
per la sfoglia:
400 g di farina per me de  il Molino Chiavazza
200 ml di latte tiepido
25 g di lievito di birra
25 g di zucchero (facoltativo)
100 g di burro
2/3 di cucchiaino di sale
poco latte
per il ripieno:
800 g di cavolfiore
1 uovo
200 g di ricotta
1 tazzina di panna o di latte
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
noce moscata
sale e pepe

Mondate il cavolfiore e lessatelo in acqua salata. Appena cotto, scolatelo e schiacciatelo con la forchetta.
In una terrina preparate una crema miscelando la ricotta, l'uovo sbattuto, il parmigiano, la panna (o il latte), un pizzico di sale, una macinata di pepe e poco noce moscata grattugiata finemente.
Per fare la sfoglia, disponete sulla spianatoia la farina a fontana, il burro a pezzetti ed il sale. Fate intiepidire il latte in un pentolino, aggiungete lo zucchero ed il lievito, mescolate per farli sciogliere. Aggiungete il latte alla farina ed impastate bene tutti gli ingredienti. La pasta non deve lievitare. Stendetela su un foglio da carta forno in una misura tale che fuoriesca oltre il bordo dello stampo. Disponete la pasta nello stampo.


Versate la purea di cavolfiore nella terrina con la crema di ricotta, mescolate bene.


Versate il composto ottenuto nella crosta di pasta e livellatelo aiutandovi col dorso di un cucchiaio.


Ripiegate i bordi della pasta sul ripieno. Spennellate la superficie della pasta con poco latte, servirà a far dorare la torta.


Mettete la crostata in forno preriscaldato a 180° per circa 50 minuti. A cottura ultimata sformatela e servitela calda o tiepida. Buon appetito!






17 commenti:

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

molto interessante ma direi anche molto buona questa crostata al cavolfiore...
lia

Mary ha detto...

Interessante questa torta salata col cavolfiore.

Beth ha detto...

du choux fleur en tarte?
pour moi c'est une première, je suis curieuse, elle à très bon aspect, bravo

Bisous

são33 ha detto...

essa tarte ficou ótima gosto muito de couve-flor
bjs

Marianna ha detto...

è inutile dirti che ho già stampato la ricetta, io ADORO i cavolfiori e questa torta è già una goduria per gli occhi, non oso immagino per il palato!!! GRAZIE LAURAAAAAAAAAAA ^_^ smack

Housewives ha detto...

ma no !! avresti potuto chiamarmi , guarda che faccio la "fatica" di aiutarti molto volentieri !! sai in certi casi le amiche si Devono aiutare !!! allora perchè si dice che l'amico si conosce nel momento del bisogno ? :-))))))

renata ha detto...

Io amo il cavolfiore e copierò la tua torta meravigliosa....e per la cronaca io l'avrei mangiata tutta!!!!
Meravigliosa ricetta

Sandra M. ha detto...

Buoooooonaaaa... io non amo questo ortaggio in modo particolare. Chissà che buono così!!

Rosa ha detto...

Gustosa davvero questa crostata...
Invece in casa piace a tutti il cavolfiore... Quindi lo cucino spesso..
Proverò a farla.. Buona e nutriente..
Buona giornata Laura..

Ines ha detto...

Bella! Un buon modo diverso per gustare il cavolfiore!

Silvia ha detto...

Ciao Laura! Questa ricetta è un colpo di genio!! Devi sapere che in casa mia il cavolfiore piace molto a mia mamma e me (mio padre lo odia), ma talvolta ci "scappa" la cottura e non sappiamo più come mangiarlo... sicuramente in una bella torta salata con la ricotta sarà delizioso!! Non ti preoccupare per il contest, se farai in tempo a partecipare te ne sarò molto grata, ma se sei oberata di impegni naturalmente non c'è obbligo ;-)

Ombretta ha detto...

Ciao Laura ma questa torta e' strepitosa! un modo gustoso per non mangiare il solito cavolfiore bollito! brava:-) baci

Mammazan ha detto...

Puzza o non puzza a me il cavolo piace e per fortuna anche a mia figlia e suo marito...
Ottima questa torta salata...ho giusto un cavolo che mi chiede che fine gli farò fare!!
Un bacione

Un'arbanella di basilico ha detto...

Ma che bella torta, mi piace tanto il cavolfiore! Quanto all'abolizione del lunedì non solo la sottoscrivo, ma propongo anche quella del martedì e del mercoledì, come dire che reggo due giorni soltanto! Buon we, baci

Cristina: ha detto...

Anche io la faccio spesso! Mi piace molto il cavolfiore, nonostante la "puzza" che riempie la casa, ma io ci metto anche un po' di gorgonzola, che con il cavolfiore si sposa a meraviglia!

Batù ha detto...

Ciao cara Laura, anche a me piace molto il cavolfiore e lo cucino spesso, ho notato che se lo faccio lessare con un goccio di aceto bianco, la puzza si attutisce. Ottima idea utilizzarlo per una torta salata, devo provare. Inserisco la ricetta, grazie. Buon ponte :-)

Anonimo ha detto...

Saved as a favorite, I love your site!

my blog: bride and groom cake toppers - -