Recent Posts

domenica 12 giugno 2011

Pasticcio di Patate e Fagiolini


La ricetta di oggi è un pasticcio la cui preparazione ricorda quella del Gattò di Patate, fra gli ingredienti, però, non ci sono solo patate lessate ma anche fagiolini, sempre lessati, in egual quantità. La ricetta originale è su un vecchio numero della rivista Guidacucina (oggi non si pubblica più) che compravo da giovane per imparare i rudimenti della cucina. Io l'ho seguita fedelmente riducendo, però, le quantità degli ingredienti e non mettendo il prosciutto al centro. 
Mi sono documentata sul termine Pasticcio il cui significato non mi era chiaro. Ho trovato questa definizione che, in questo caso, calza a pennello:  Il pasticcio è una composizione di diversi elementi, ognuno dei quali viene abilmente amalgamato agli altri rendendo il tutto squisitamente ghiotto e umido.


Ingredienti per 4 persone:
500 g di fagiolini
500 g di patate
50 g di burro più quello per imburrare
50 g di prosciutto cotto
3 uova
50 g di emmental
50 g di grana grattugiato
prezzemolo
maggiorana fresca (facoltativo)
pane grattato
sale e pepe.

Nettate e lessate i fagiolini in acqua leggermente salata; passateli al passaverdure montato con un disco a fori larghi. Lessate le patate con la buccia, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate. Mettete le patate in una ciotola aggiungete il burro, il grana e l'emmental grattugiati e, poi, le uova, il prezzemolo e la maggiorana tritati. Aggiungete al composto i fagiolini triturati o a pezzetti.


Regolate di sale e pepe, mescolate e versate metà del composto in una pirofila imburrata e spolverizzata con del pane grattato. Disponete sulla superficie delle fette di prosciutto e ricoprite con il rimanente composto. Livellate la superficie aiutandovi con un cucchiaio ed un poco di latte.


 Cospargete di pane grattato e distribuite sulla superficie fiocchetti di burro.


Mettete la pirofila in forno caldo a 200° finché sulla superficie si sarà formata una crosticina dorata (circa 25 minuti). Sformate il pasticcio, lasciatelo intiepidire e portatelo a tavola nel suo stesso recipiente di cottura.


7 commenti:

Mary ha detto...

dev'essera buona!

Memole ha detto...

Delizioso questo pasticcio...

La Cuisine de Liz ha detto...

Ciao Laura, mi piace molto questo "pasticcio" e concordo con te, il significato é decisamente azzeccato. Buona serata Liz

stefy ha detto...

La trovo ottima e anche molto alternativa....da provare......baci e complimenti per il blog....mi sono iscritta tra i tuoi sostenitori....passa a trovarmi se ti va...ti aspetto....stefy

Fimère ha detto...

ce gratin ne peut être que délicieux
bonne soirée

Chiaretta ha detto...

Ma che bontà! Adoro il gattò di patate, ma anche questa versione dev'essere ottima!!

daniela ha detto...

CIAO lAURA ABBIAMO AVUTO LA STESSA IDEA OGGI... ANCHE IO TORTINO DI PATATE , MA CON SALCICCIA!!!!!!!!!!!LO POSTERO' PRESTO. GRAZIE DELLA VISITA HO VISTO CHE PASSI LE MIE RICETTE ALLA TUA AMICA CHE HA IL BIMBY, MI FA PIACERE E SALUTALA PER ME!!!!!!!! A PRESTO CIAO DANIELA.