Recent Posts

martedì 18 agosto 2015

Pizza con l'erba- a pizza co' l'ereva: una ricetta della tradizione popolare irpina ad EXPO 2015


La cucina irpina ha i sapori della mia infanzia trascorsa nella casa dei nonni al paese.
In verità quando ero piccola la pizza con l'erba (in dialetto a pizza co' l'ereva) non l'ho mai mangiata perché non mi piacevano le verdure e le ho sempre preferito la pizza chienapiena appunto di salame e formaggi più adatti ad un palato di bambina.
Con gli anni, però, ho cominciato ad apprezzare questo grande piatto della cucina irpina che in origine si preparava per Pasqua quando le campagne si riempivano delle erbe spontanee, borraggine, cerfoglio, cardilli (cardi teneri) che sono l'ingrediente indispensabile e tipico della preparazione.
Ora con la surgelazione casalinga queste erbe si possono conservare e si può preparare la pizza con l'erba in ogni momento dell'anno; personalmente, apprezzo di più mangiarla "fuori tempo", ossia lontano dal periodo pasquale quando ci sono tante specialità da assaggiare e non la si gusta appieno.
Ma perché vi parlo proprio adesso di questa ricetta e la posto "fuori tempo"?
E' presto detto, lo spunto me lo ha dato un evento di EXPO 2015 ( se ne parla qui) che ha fatto un viaggio attraverso la storia della gastronomia irpina alla riscoperta delle sei ricette della tradizione popolare che rischiano di sparire dalle tavole irpine e la pizza con l'erba è una di queste, inoltre l'ho fotografata e mangiata qualche giorno fa a casa di mia cugina.

Nota: come tutte le ricette della tradizione qualche ingrediente varia da paese a paese, nel mio il soffritto per le verdure è fatto con l'aglio mentre nel paese vicino usano la cipolla, regolatevi secondo i vostri gusti. 

Ingredienti:
pasta di pane q.b. (la mia fatta con il lievito madre)
scarola, cardilli (cardi teneri), borragine, cerfoglio in egual quantità
acciughe salate a piacere
aglio (o cipolla)
olio evo
sale


Nettate le verdure e lessatele "al dente".
La borragine e i cardilli possono essere lessati insieme, la scarola a parte perché ha una cottura diversa, il cerfoglio può essere messo anche a crudo.
In una padella fate rosolare l'aglio tritato e fate consumare l'acciuga, aggiungete le verdure lessate e mescolate per qualche minuto per far insaporire.
Dividete la pasta di pane in due parti disuguali e stendete sulla spianatoia la parte più grande in una sfoglia di circa mezzo centimetro di spessore, con essa rivestite uno stampo da forno.
Versate nello stampo rivestito le verdure, stendete la rimanente pasta e ricoprite sigillando bene i bordi.
Infornate a 180° per circa 50 minuti o fino a che la sfoglia non ha assunto un bel colore dorato.
Gustatela tiepida o fredda.

Ed eccola la pizza con l'erba sul suo set improvvisato





2 commenti:

consuelo tognetti ha detto...

Le foto sprigionano tutta la bontà di questa ricetta della tradizione,,,complimenti, non l'ho mai fatta e mi hai fatto venire proprio voglia di cimentarmi ^_^

edvige ha detto...

Non faccio la pizza ma una torta salata con queste erbette proverò come pizza. Buona giornata.