Recent Posts

mercoledì 4 luglio 2012

L'Artusi Indaga

Il post di oggi è dedicato ad un libro che vi consiglio di mettere in valigia nelle prossime vacanze, sarà una lettura leggera e piacevole che vi farà conoscere un po' meglio Pellegrino Artusi.

Chi si interessa di cucina sa che Pellegrino Artusi, o meglio l'Artusi, è l'autore del libro "La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene", un manuale, scritto con sapienza ed ironia, considerato un capolavoro della cucina italiana e del servire a tavola.

Nel romanzo "Odore di chiuso" di Marco Malvaldi





l'Artusi si trasforma in detective e, grazie alla sua cultura, alle sue capacità deduttive e alle sue indagini riesce a smascherare il colpevole di un delitto.
Ma ecco la trama, l'ho presa da qui:
La famiglia Bonaiuti, che occupa una nobile dimora nella Maremma toscana, attende con entusiasmo, chi più chi meno, l’arrivo del grande cuoco Pellegrino Artusi, una lieta distrazione alle loro giornate noiose trascorse nella totale immobilità.
Il cuoco, quindi, fa la conoscenza dei figli del barone Romualdo Bonaiuti, il padrone di casa: Gaddo, un poeta all’inizio della sua carriera che spera di incontrare un giorno Giosuè Carducci; Lapo, il meno interessato alla venuta di Artusi e completamente assorbito dai suoi piani di conquista femminile; e Cecilia, la più promettente dei tre ma controllata a vista da sua nonna, la baronessa Speranza, e impegnata nelle classiche occupazioni femminili.
A essi, poi, si aggiungono la signorina Barberici, dama di compagnia della baronessa Speranza, e due cugine rimaste zitelle, oltre alla fornita servitù tra cui spicca il maggiordomo Teodoro, una geniale cuoca e la cameriera Agatina.
Il giorno successivo dell’arrivo al castello di Pellegrino Artusi un fatto sconvolgente movimenta le giornate tutte uguali e noiose della famiglia Bonaiuti: il maggiordomo Teodoro viene ritrovato avvelenato nelle cantine del castello e poco dopo il padrone di casa, il barone Romualdo Bonaiuti, rischia di perdere la vita a causa di misteriose schioppettate.
Pellegrino Artusi, incuriosito dalla strana vicenda e desideroso di vederci chiaro, inizia a indagare. Tutti sono sottoposti a interrogatorio, nessuno escluso. Mentre i sospetti della polizia ricadono sulla cameriera Agatina, l' Artusi continua a indagare convinto dell’innocenza della donna e dell’esistenza di un movente ben più articolato rispetto a quello indicato dalla polizia. Alla fine le sue congetture avranno successo, il colpevole sarà smascherato.
Il romanzo è coinvolgente fin dalle prime pagine, la scrittura ha uno stile ironico e l'intreccio narrativo risulta gradevole ed ingegnoso.
Fra le scene più gustose c'è quella in cui Pellegrino Artusi, illustrando la complessa modalità di preparazione della maionese, fornisce una lezione sull’unificazione dell’Italia e sulla costruzione di un’identità nazionale.
Si parla anche di cucina; il libro si conclude con una ricetta "il polpettone all'uso zingaro" che prima o poi posterò nel blog.
Un romanzo divertente, piacevole, allegro, da non perdere insomma!



12 commenti:

Chiaretta ha detto...

Ciao!!
Mamma mia che ignoranza.. non conoscevo affatto questo Artusi! Dovrò rimediare :P Mi incuriosisce molto anche il giallo di Malvaldi, sembra una storia intrigante e piacevole, adatta all'estate come dici tu! Baciii

sandra ha detto...

Seguirò il tuo consiglio, ho già messo il titolo nella lista dei desideri della libreria di fiducia...
sai, ogni tanto apro ancora il libro di Pellegrino che tengo comunque sempre a portata di mano....

ELENA ha detto...

io se trovo tempo per leggere sarò già una signora ma questo me lo segno

Tantocaruccia ha detto...

Deve essere proprio un libro interessante.. Ho sempre ammirato i libri Artusi della nonna.. Se ti va passa da me, ti ho nominata per un premio!

grEAT ha detto...

perfetto! cucina e mistero; un ottimo abbinamento.

Marianna ha detto...

Assolutamente da comprare, L'Artusi come la Signora in Giallo??!? da non perdere sono sicura che sarà un'ottima compagnia Estiva, grazie Laura per avercelo segnalato ^_^ smack

renata ha detto...

Un bacio Laura e grazie mille del consiglio

meris ha detto...

Ma dai! E' fantastico, grazie. Lo compro immediatamente.
Un abbraccio

Loredana ha detto...

Grazie per il suggerimento...dopo Un filo d'olio, mi tocca un altro libero a sfondo culinario anzi con il cuoco per eccellenza!!

Ottimo suggerimento!

ciao loredana

Sandra M. ha detto...

Capperi...assolutamente da leggere. Io, di solito, in estate mi rimpinzo di gialli!
Me lo segno subito.

Elle ha detto...

Arrivata qui dal blog di Chiaretta dico: ho sentito dei gialli di Malvaldi, li ho in lista da sempre, ma soprattutto l'Artusi, ah! L'ho studiato in linguistica, perché coi suoi libri di ricette ha contribuito a fornire il lessico italiano e il suo serbatoio di espressioni di una moderna terminologia.. da cucina :)

Alida ha detto...

interessante questo libro!