Recent Posts

lunedì 2 settembre 2013

Pasta Fresca: Ravioli di Ricotta


Dopo i recenti scandali relativi al ritrovamento di carne di cavallo nel ripieno di tortellini e ravioli, anche prodotti da grandi marchi, sono sempre più convinta che se voglio mangiarli devo farli da me. In fondo non è complicato basta usare dei buoni prodotti, a cominciare dalla farina, ed armarsi di un po' di pazienza. 
Se volete cimentarvi vi do qualche dritta.
A proposito della sfoglia, vi indico la dose base per la pasta all'uovo: un etto di farina 00 ogni uovo ed un pizzico di sale. Ma bisogna dire che la farina non assorbe sempre la stessa quantità di liquido, dipende anche dalla grandezza delle uova, quindi è difficile dare con precisioni le dosi esatte, in linea di massima seguite i consigli per l'impasto riportati sulla confezione della farina. Ormai in commercio si trovano miscele di farine speciali per la pasta in casa, io vi consiglio la farina Pasta in Casa di Le Farine Magiche- lo Conte che vi permette di realizzare una pasta più saporita, dal colore giallo brillante ambrato e con buona tenuta di cottura. 
Per fare i ravioli  ho usato il raviolatore che vedete nella foto ma, come spiego nel post, non è indispensabile, velocizza però i tempi di preparazione.
Se li fate a mano per sigillare bene i ravioli, e far si che non si aprano in cottura, inumidite, con acqua, i bordi della sfoglia intorno al ripieno, prima di coprirla con l'altra sfoglia, e fate attenzione a non lasciare bolle d'aria all'interno.
I ravioli si possono anche congelare, disponeteli in un vassoio in modo che non si attacchino e metteteli nel congelatore; dopo qualche ora potete sistemarli in sacchetti già porzionati per l'uso. Io non scongelo i ravioli ma li butto nell'acqua da congelati, la resa è come di quelli freschi.

Ingredienti per 4 persone
per la sfoglia:
200 g di farina 00
per me 170 g di farina Pasta in Casa di Le Farine Magiche- lo Conte (come indicato sulla confezione)
2 uova 
un pizzico di sale

per il ripieno:
200 g di ricotta
60 g di parmigiano o grana grattugiato
un tuorlo (potete anche ometterlo)
sale e pepe q. b.
un pizzico di noce moscata

Preparazione 
Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, rompete al centro le uova ed aggiungete la punta di un cucchiaino di sale. Sbattete le uova con una forchetta, quindi iniziate ad incorporare la farina.
Lavorate la pasta con la parte bassa del palmo delle mani per alcuni minuti cospargendo di tanto in tanto la spianatoia con un po' di farina per evitare che l'impasto si attacchi. La lavorazione deve essere eseguita con forza al fine di ottenere  un impasto liscio e elastico.
Nel caso l’impasto non dovesse raccogliere completamente la farina o risultasse leggermente duro (dipende dalla grandezza delle uova) aggiungete uno o due cucchiai di acqua e continuate a impastare.
Prima di utilizzare la pasta, lasciatela riposare per almeno 15 minuti al riparo dall'aria, avvolta in pellicola trasparente. Il riposo serve a far perdere elasticità all'impasto e ad ammorbidirlo un poco.

Mentre la pasta riposa, preparate il ripieno amalgamando tutti gli ingredienti in modo da ottenere un impasto non troppo morbido. La giusta consistenza del ripieno dipende dalla ricotta, se è molto umida aggiungete ancora formaggio grattugiato, se è asciutta diminuite la dose indicata.

Riprendete la pasta e tirate una sfoglia dello spessore di un paio di mm.
Io ho usato la macchina per la pasta e tirato la sfoglia al penultimo spessore.


Infarinate il raviolatore, ponetevi sopra una striscia di pasta, disponete in ogni incavo una nocciolina d'impasto, coprite con altra sfoglia e, aiutandovi col mattarello, ritagliate i ravioli facendo attenzione a che si sigillino bene i bordi.



Se non avete il raviolatore potete fare i ravioli anche a mano coppandoli con uno stampino

FOTO WEB

o ritagliandoli con la rotella dentata.




I vostri ravioli sono pronti per essere conditi come più vi piace, anche semplicemente con burro e salvia; io preferisco un semplice sughetto con i pomodori pelati e tanto parmigiano.

Un ultimo consiglio, se li preparate con burro aromatizzato alla salvia, oltre al parmigiano aggiungete qualche goccia di aceto balsamico, lo renderete un piatto davvero speciale! Leggete qui!




12 commenti:

Meris ha detto...

Buoni vero? Fatti in casa è tutta un'altra roba!!! Ciao.

Sandra M. ha detto...

Sì, son buoni. Questo ogni tanto li preparo. Ma qui si chiudono "a tortellone". Mi piacerebbe provare con la rotella dentata....

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

complimenti davvero sono davvero ottimi..
lia

consuelo tognetti ha detto...

la verità è che io preferisco quelli di magro…quindi ben vengano i tuoi ravioli…sono perfetti..complimenti ^_^
la zia Consu

Chiara DAcunto ha detto...

Che buoni! E' da tanto che vorrei sperimentare i ravioli fatti in casa, quasi quasi mi hai convinta, ci proverò! Ovviamente con la tua ricetta!!

Erica Di Paolo ha detto...

Ottimi davvero!! Anche io me li faccio sempre in casa: non li ho mai comprati e mai cederò a questa pratica. E i tuoi consigli sono perfettamente in linea con le mie "usanze". Complimenti, hanno un aspetto molto invitante ^_^

Cucina Mon Amour ha detto...

Delizia ravioli fatti in casa...
Posso venire a pranzo da te???
Prendo appunti della ricetta.
Un abbraccio.
Thais

Gabe ha detto...

io mangio rigorosamente la pasta ripiena fatta da me,quando ho voglia e tempo di farla,ciao Laura

Un'arbanella di basilico ha detto...

Ciao Laura come stai? e la nipotina? mi sono fatta un tour fra le tue ricette e mi hai messo un tarlo con l'inchiesta sulla zucca. Ho salomonicamente concluso che è il frutto della pianta quindi è le due cose insieme!!!! Bacioni e a presto anche con le mie ricette. Intanto mi godo questi bei ravioli....

speedy70 ha detto...

bellissimi i tuoi ravioi, cmplimenti!!!!

Licia ha detto...

ti sono venuti benissimo!Complimenti,chissà che buoni...

Annalisa Sandri ha detto...

bravissima! anche io sono d'accordo con te: con tutto quello che c'e' in giro è meglio farseli da se! questi sono buonissimi!