Recent Posts

sabato 15 dicembre 2012

Struffoli Napoletani


Nelle case napoletane non è Natale se non si mangiano gli struffoli e, anche se gli ingredienti di base sono gli stessi, ogni famiglia ha la sua ricetta personale e ritiene che i “propri” struffoli siano quelli autentici ed ovviamente i migliori.
Oggi vi spiego, passo passo, come si preparano gli struffoli nella mia famiglia. Non so se è la ricetta degli "struffoli autentici", so solo che la usiamo da tanti anni e per noi, e per chi li ha assaggiati,  il risultato è eccellente.
La ricetta è anche facile da ricordare, infatti le dosi si possono facilmente ridurre o aumentare (quelli che vedete sono stati preparati dimezzando tutti gli ingredienti) essendo date tutte "a 6". 
Visto che il blog è anche un diario, li ho voluti preparare nella cucina di mia madre, ripetendo gli stessi suoi  gesti e utilizzando la sua padella di ferro (che ha quasi 60 anni) ideale per questi fritti. 

For the English version of this post, click here.

Ingredienti:
6 etti di farina (600 g)
6 uova intere
6 cucchiai di zucchero
6 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva
6 cucchiai d'olio di semi (preferibilmente mais)
un pizzico di cannella
la scorza di un limone grattugiata
un cucchiaino di lievito per dolci 
un pizzico di sale
olio di arachidi per friggere
miele millefiori
per guarnire:
diavolilli
confetti cannellini
cedro, scorza d'arancia e ciliegine canditi (io non li ho messi)

Sulla spianatoia disponete la farina a fontana ed al centro le uova, lo zucchero, l'olio, il limone grattugiato, la cannella, il lievito ed il pizzico di sale. 


Impastate bene fino ad ottenere  una pasta liscia ed omogenea.
Tagliate dei pezzetti d'impasto


e "allungateli" con le mani dando la forma di un bastoncino dello spessore di 1 cm.
Tagliate i bastoncini a tocchetti di circa 1 cm di lunghezza e sistemateli su un vassoio di carta coperto da un canovaccio. E' preferibile non aggiungere troppa farina in questa fase altrimenti quando si friggono gli struffoli l'olio si "sporcherà" e si formerà un'antipatica schiuma.


In una padella dai bordi alti versate l'olio di arachidi e mettete dentro uno struffolo di "prova",


quando verrà a galla e l'olio intorno comincerà a sfrigolare significa che la temperatura è quella giusta e potete versare in padella il resto degli struffoli.


Fateli cuocere rigirandoli con una forchetta fino a che non saranno dorati.


Per una cottura perfetta non friggeteli in una sola volta, questi sono stati cotti in 4 volte.
Appena sono cotti mettete gli struffoli ad asciugare su carta da cucina.


Lavate la padella e mettetevi a scaldare un paio di cucchiai di miele, passate gli struffoli nel miele bollente (anche per fare questo è preferibile suddividere gli struffoli), mescolate per distribuire bene il miele ed evitare che bruci


e sistemateli su un piatto da portata dando la forma di una ciambella, come nelle foto.
Subito dopo spargetevi sopra i diavolilli (sono i piccoli confettini tondi e colorati) e i cannellini bianchi (confetti con all'interno un bastoncino di cannella). Questa operazione si deve fare subito, fin tanto che il miele è caldo, altrimenti i diavolilli non si "attaccano".


Ecco il piatto pronto.


Gli struffoli si conservano anche per una settimana, anzi è preferibile farli con qualche giorno d'anticipo perché nell'attesa miglioreranno il sapore.
Questo sta scritto sui libri di cucina e si tramanda per tradizione, peccato che io non possa testimoniarlo... a casa mia non durano più di ventiquattrore!






19 commenti:

grEAT ha detto...

li ho mangiati solo una volta e mi sono piaciuti tanto. molto semplici ma squisiti veramente. inoltre sono bellissimi da vedere.

irene

meris ha detto...

Io li ho mangiati e non li ho mai fatti. Penso che ci proverò. Ciao Laura, buona domenica

ELENA ha detto...

mai mangiati devo provarli sicuramente

Alda e Mariella ha detto...

Li conosco bene, sono favolosi, i tuoi hanno tutta l'aria di essere buonissimi!
Un abbraccio!

Un'arbanella di basilico ha detto...

Ciao Laura, che bella ricetta. Sai che non li ho mai assaggiati gli struffoli, sarà che dalle tue parti ci sono sempre capitata in estate.... bacione a presto

renata ha detto...

A chi lo dici cara Laura
a casa mia non sarebbero durati di più
MERAVIGLIOSI
e sempre così festosi
Una volta ho chiesto la ricetta ad una signora ma hai ragione
Si tramanda e cambia da famiglia a famiglia
Voglio provare a farli assolutamente!!!!!E questa è davvero facile da ricordare...Ho finito il miele...ieri ho fatto un torrone che non è venuto...appeena lo compro...Li voglio preparare e MANGIARE ahahah
Un bacione e complimenti anche per la padella BELLISSIMA!!!!!!
Buona settimana

Marianna ha detto...

Il procedimento è lo stesso solo che da noi si fanno sulla grattugia come gli gnocchi e si chiamano "p-rc-dduzz" porcellini! LI ADORO! Mia nonna pugliese, invece, li fa identici a questi!
Ti sono venuti davvero bene e sopratutto allegri ^_^ baci ;)

sississima ha detto...

delizia allo stato puro, un abbraccio SILVIA

Chiaretta ha detto...

Li adoroooo
Ormai lo sai, mia suocera ha origini casertane, ma li fa anche lei, ogni anno e ogni volta mi riprometto di farli insieme a lei per imparare, ma non trovo mai il tempo!! >.<
Grazie alla tua ricetta spiegata passo passo con le foto posso provare da sola!
Bacioni

Mariabianca ha detto...

Ciao Laura è da un po' che non mi faccio sentire ( vorrei commentare tanto ma non ci riesco).I tuoi struffoli sono perfetti,non li faccio da tanti anni.
Ti abbraccio e ti auguro un Natale sereno in famiglia. Auguri.

Alda e Mariella ha detto...

Auguri di buon Natale a te e famiglia! Una carezza da parte mia alla tua nipotina!
Ti abbraccio! Alda

Mile ha detto...

cara Laura, buonissimi! ma mi dispiace per il contest....si è chiuso 1 anno fa..
baci

grEAT ha detto...

ti rispondo qui perchè non so usi tornare per vedere eventuali risposte. quindi vai in grecia per natale? se è così... mamma mia che invidia.....
in ogni caso tantissimi auguri a te, a tuo figlio, ad anna (ricordo bene il nome?) a daphne e ti prego ti prego ti prego saluta tanto i consuoceri da una greca a volte nostalgica.
un abbraccio

irene

minpeppex ha detto...

Io ho uno strano rapporto con gli struffoli (o, come si chiamano da me, la "cicerchiata"), nel senso che non li faccio e non li cerco, ma se me li trovo davanti, a una pallina alla volta sarei capace di finirmeli tutti!
Tanti tanti cari auguri anche a te, di cuore!

Cinzia ha detto...

Che buoni!!! Bravissima Laura!! Grazie d essere passata:-) buon Natale, un.bacio grande

Loredana ha detto...

Cara Laura, questi dolci li prepara per mia figlia mia madre ( io detesto friggere anche a Natale!), sono certa che ogni nonna ha la propria ricetta, sono anche sicura che la tua nipotina li apprezzerà moltissimo, non appena avrà l'età giusta.
Auguri di cuore a te e alla tua famiglia ^_^

Un'arbanella di basilico ha detto...

Ciao Laura, tantissimi auguri, goditi la nipotina e passa delle bellissime feste, un bacio grande

Rosita Vargas ha detto...

Bravísima muy exquisito Feliz Navidad,abrazos y abrazos.

Dolci Creazioni di Annalisa ha detto...

buoniiiiiiiiiiiiii