Recent Posts

sabato 27 agosto 2011

Zucchine Fritte- Zucchine alla Scapece


Oggi vi propongo una variante delle classiche e napoletanissime "zucchine alla scapece". In effetti cambia solo il condimento, queste sono fritte e condite con olio, aglio, menta e sale. Qui l'aggiunta di aceto è facoltativa, mentre nella scapece l'aceto è l'ingrediente fondamentale. Io preferisco tagliare le zucchine sottili.

Ingredienti: 
zucchine
olio di arachide per friggere
olio evo per condire
aceto (facoltativo)
aglio
foglioline di menta
sale

Mondate le zucchine e tagliatele a fette di 2/3 mm di spessore. Friggetele in abbondante olio di arachide bollente. Sgocciolatele, sistematele in una terrina e conditele con olio evo, sale, menta spezzettata, aglio a fettine e, se vi piace, qualche cucchiaiata di aceto. Lasciatele riposare per qualche ora prima di servirle in modo che "insaporiscano".



mercoledì 24 agosto 2011

Strudel Salato con Ricotta e Fagiolini


Vi capita di comprare un ingrediente pensando di realizzare un determinato piatto e di accorgervi che ve ne manca un altro fondamentale? A me è successo qualche giorno fa. Avevo comprato la ricotta pensando di fare una pizza rustica ma mi sono accorta di non avere abbastanza salumi. Quindi, ho ideato questo strudel aggiungendo alla ricotta i fagiolini lessati che avevo nel frigo. La sfoglia è quella che uso sempre per questo tipo di preparazione è semplice da impastare, non deve riposare, si stende molto bene ed è friabile e saporita. Lo strudel si può servire per cena o, tagliato a piccoli pezzetti, come antipasto o come stuzzichino con l'aperitivo.

Ingredienti:
per la sfoglia
300 g di farina  (Molino Chiavazza)
1 uovo
80 g di burro
50 ml di acqua
1 cucchiaino di sale
poco latte.
per il ripieno:
250 g di ricotta
200 g di scamorza fresca affumicata
fagiolini lessati
1 uovo
due cucchiai di parmigiano grattugiato
sale e pepe.

Sulla spianatoia impastate tutti gli ingredienti per la pasta e tiratela con il mattarello, sulla carta forno, in una sfoglia dello spessore di tre, quattro mm.
In una terrina lavorate la ricotta con l'uovo, aggiungete la scamorza tagliata a dadini, il parmigiano e i fagiolini lessati a pezzetti, il sale ed il pepe. Amalgamate bene e distribuite la farcia sulla sfoglia.



Chiudete la sfoglia a mo' di strudel. Fate dei tagli paralelli sulla pasta, questo farà uscire il vapore ed impedirà alla pasta di gonfiarsi in cottura.



Trasferite lo strudel sulla placca del forno con tutta la carta. Spennellate la superficie con poco latte, servirà a dare l'aspetto dorato allo strudel una volta cotto. Il latte sostituisce l'uovo sbattuto.



Infornate a 190° per 30 minuti. Servite lo strudel caldo.


Con questa ricetta partecipo al contest




lunedì 22 agosto 2011

Ho Ricevuto Quattro Premi!!!

Ho ricevuto un premio graditissimo da Carla Emilia di  Un'arbanella di basilico , da Stefania di Nuvole di Farina e da Lory de La mia cucina.



Sempre da Lory 


e questi altri, sempre graditissimi,







rispettivamente da Azzurratagliaecuci  e da Pat & Spery da Babà e Bigné, .
Io li giro a tutti gli amici blogger che vorranno gradirli. Le sette cose di me? Leggetele qui.

domenica 21 agosto 2011

STAMPA LA RICETTA

Stampare una ricetta è una opportunità che un blog di cucina può offrire ai visitatori costretti altrimenti ad un noioso e, spesso, mal riuscito lavoro di copia/incolla. La piattaforma Blogger non permette di inserire il link stampa se non modificando i template. Io non mi sento così ferrata in materia di modifiche in Html e quindi ho cercato e trovato in rete una soluzione che mi sembra ottima. Ho aggiunto al mio blog un collegamento a PrintFriendly un servizio web sviluppato per ovviare al problema della stampa. Trovate il link STAMPA LA RICETTA a destra della pagina.

Il funzionamento di PrintFriendly è molto semplice, basta andare nella homepage del sito, cliccando sulla stampante di STAMPA LA RICETTA, ed inserire nella casella bianca, dove c'è scritto enter a url, l’indirizzo della pagina che volete stampare (ad esempio: se volete stampare questo post copiate l'url:  htt://matematicaecucina.blogspot.com/2011/03/stampa-la-ricetta.html) e infine cliccate su “Print Preview” per vedere l'anteprima.
Potete decidere la grandezza del carattere di stampa con l'opzione "text". Se volete anche eliminare tutte le immagini è sufficiente cliccare sul link “No Images“.
Infine se l’anteprima vi piace non vi resta che cliccare sul pulsante in alto a sinistra “Print” , eventualmente potete anche convertire l’articolo in formato PDF per poi salvarlo nel vostro ricettario.



sabato 20 agosto 2011

Risotto alle Pesche


Cosa fanno i foodblogger? Spesso preparano ed assaggiano piatti nuovi per proporveli. E' quello che ho fatto con questo risotto. Avevo letto la ricetta su un mio libro di cucina ma in verità mi aveva lasciata perplessa e l'avevo messa da parte. Poi, complici delle belle pesche che facevano capolino dal portafrutta e una giornata di gran vento con una temperatura accettabile per mangiare un risotto, me la sono ricordata ed ho voluto provarla. Il risultato mi ha stupito, il risotto è veramente buono, credetemi.


Ingredienti per 4 persone:
360 g di riso
3 pesche gialle
60 g di burro
mezza cipollina
1 bicchiere di vino bianco o di spumante secco
brodo (acqua + dado bio)
parmigiano grattugiato
sale e pepe


Tritate finemente la cipolla e fatela appassire in un tegame con metà burro. Prima che il soffritto prenda colore aggiungete il riso e fatelo tostare brevemente.
Quando avrà assorbito tutto il condimento, bagnatelo col vino e lasciate evaporare su fiamma moderata. Appena il fondo di cottura si sarà ridotto, versate un mestolo di brodo e portate a cottura il riso, mescolando e unendo poco alla volta il brodo.



A metà cottura incorporate le pesche sbucciate, private del nocciolo e tagliate a cubetti.
A fine cottura, salate, pepate e mantecate il risotto col burro rimasto ed il parmigiano grattugiato.
Lasciate riposare il risotto per un paio di minuti e servitelo spolverizzato di altro parmigiano, guarnite con foglioline di menta.




martedì 16 agosto 2011

Crostata Cioccolato e Banane


Uno dei blog che leggo sempre volentieri è A Tavola con Mammazan, l'autrice scrive dei post interessanti e simpatici e le ricette sono una più buona dell'altra. Qualche settimana fa sul blog ho letto una ricetta, La Torta Ganache alle Banane Caramellate, particolarmente invitante soprattutto dal punto di vista della presentazione e mi è venuta l'idea di arricchire la mia crostata al cioccolato con  le banane esattamente come le aveva disposte Mammazan nella torta ganache. Così è nata la crostata che vi posto. Il gusto è quello dei cioccolatini Banane di Cioccolata della nota azienda umbra.


Ingredienti: per la pasta frolla:
250 g di farina per me de il Molino Chiavazza
125 g di burro
125 g di zucchero
un uovo intero ed un tuorlo
un pizzico di sale.
per il ripieno: due banane
qualche amaretto
crema ganache di cioccolato
tre cucchiaini di zucchero
per la crema ganache:
150 g di cioccolato fondente
150 ml di panna
15 g di burro
un cucchiaino di amaretto.

Allestite la pasta frolla e fatela riposare per qualche ora in frigo (io l'ho preparata il giorno prima).
Stendete la frolla su carta forno in una sfoglia di 4-5 mm. Disponete la sfoglia, con tutta la cartaforno, in uno stampo (io ho utilizzato quello delle pastiere), sbriciolate sul fondo gli amaretti (io non li avevo ho usato dei biscotti al cioccolato) e disponetevi sopra la banana tagliata a fettine.


Preparate la crema ganache:  fate fondere il cioccolato a bagnomaria, aggiungete la panna e il burro, mescolate fino a quando il composto sarà liscio e lucente. Aromatizzate con l' amaretto.
Versate la ganache nella crosta, livellate e guarnite con striscioline di frolla.


Infornate a 180° per 35- 40 minuti.  Una volta fredda, guarnite con fettine di banana che avrete fatto caramellare con poco zucchero. Servitela fredda.





sabato 13 agosto 2011

Dolce di Pesche e Albicocche con Crosta Croccante


Avrei potuto chiamarlo crumble perché in realtà lo è, ma ho preso la ricetta da una vecchia rivista di cucina ed ho voluto conservare l'italianissimo titolo. Il crumble di frutta lo preparo spesso perché è semplice e veloce da fare, l'unico difetto e che deve essere consumato subito altrimenti perde la sua caratteristica principale che è il contrasto fra la morbidezza della frutta cotta e la consistenza croccante dell'impasto. Questo, vista la stagione, mangiatelo appena intiepidito e accompagnatelo con panna liquida freddissima o con gelato al fiordilatte. 


Perché preparare un crumble?

perché il crumble con frutta di stagione, per la semplicità e la velocità di esecuzione, è il classico dolce che può essere preparato per un pranzo o una cena una cena improvvisi ed accompagnato da una crema è davvero un gran dessert! Inoltre si può preparare in anticipo, tenendo però separati in frigo la frutta e l'impasto di farina,  assemblare all'ultimo momento ed infornare mentre si mangiano le altre portate visto che deve essere servito tiepido.

Ingredienti: ripieno-
2 pesche gialle sode
5 albicocche sode
zucchero circa 130 g dipende dalla dolcezza della frutta
burro per lo stampo
per la pasta: 
150 g di farina 00 per me de il Molino Chiavazza
100 g di zucchero
90 g di burro
1/2 cucchiaino di cannella in polvere.

Lavate e sbucciate la frutta. Tagliatela a pezzetti, zuccheratela e disponetela sul fondo di una pirofila da forno precedentemente imburrata. La mia teglia è quadrata è misura 19 cm di lato.


Versate in una terrina la farina setacciata insieme alla cannella, aggiungete 100 g di zucchero e i pezzetti di burro ammorbidito.


Impastate nella terrina in modo da formare grosse briciole. Versate le briciole nello stampo della frutta senza pressarle.


Infornate il dolce a 180° per 40 minuti. Toglietelo dal forno quando la crosta si è consolidata ed ha assunto un bel colore dorato. Portate in tavola il dolce tiepido nella teglia di cottura, servitelo facendo le porzioni con un grosso cucchiaio, accompagnatelo con panna liquida o montata zuccherata o con gelato al fiordilatte.


Buon ferragosto a tutti i lettori!



martedì 9 agosto 2011

Sformato di Fagiolini



D'estate nella mia cucina i fagiolini sostituiscono i broccoli, infatti,  come d'inverno nel frigo c'è sempre un piatto di broccoli lessati, d'estate c'è sempre un piatto di fagiolini lessati. La preparazione più scontata sono i fagiolini all'insalata, ma mangiare sempre la stessa cosa stanca così oggi vi propongo questo piatto altrettanto buono e veloce soprattutto se si utilizza la besciamella pronta.


Ingredienti per 4 persone:
500 g di fagiolini
40 g di burro
un cucchiaio colmo di farina
mezzo litro di latte
una grattata di noce moscata
pane grattugiato
sale e pepe.

Mondate i fagiolini, lavateli e lessateli al dente. Nel frattempo preparate la besciamella; fate sciogliere il burro,   unitevi la farina, mescolate bene e cominciate a versare il latte caldo, poco per volta, mescolando sempre per non fare grumi. Salate, pepate e insaporite con la noce moscata.
Versate qualche cucchiaiata di besciamella in una pirofila e cospargete di pan grattato. Fate uno strato di fagiolini, ricopriteli di besciamella, ripetete un secondo strato uguale.




Cospargete il tutto di pane grattugiato e mettete in forno caldo a 180° per 20 minuti o fino a quando non si è formata una crosticina dorata. Servite tiepido.



giovedì 4 agosto 2011

Muffins Integrali con Glassa al Miele


Oggi vi posto la ricetta di muffins dal gusto rustico perché fatti con un mix di farina bianca e farina integrale ed arricchiti con una gradevole glassa al miele.
Ho utilizzato la farina Integrale da agricoltura biologica de il Molino Chiavazza. L'agricoltura biologica è un metodo di coltivazione che rispetta l'ambiente e la salute di noi consumatori, perché il grano utilizzato per la produzione di questa farina è stato coltivato senza l'utilizzo di pesticidi e concimi chimici.
Per la cottura in forno ho usato lo stampo per muffins della Happyflex.
Per la glassa al miele vi posto le dosi ricavate da una ricetta di un mio libro di cucina, io però, dovendone utilizzare poca, l'ho fatta  "a occhio".

Ingredienti per 10 muffins: 
225 g tra farina bianca (125) e farina integrale (100) per me de il Molino Chiavazza
50 g di zucchero di canna
3/4 di bustina di lievito in polvere per dolci
225 ml di latte
50 ml di olio di semi
1/2 cucchiaino di sale
1 uovo
per la glassa la miele:
2 tazze e mezzo di zucchero a velo
1/4 di tazza di acqua
2 cucchiai di miele
per decorare: scaglie di mandorle

In una terrina disponete tutti gli ingredienti secchi: le due farine, il sale, lo zucchero, il lievito. Mescolate bene per amalgamarli ed evitare che in seguito si formino dei grumi. In un'altra terrina, più capiente, mescolate gli ingredienti liquidi: l'uovo, il latte e l'olio.



Versate il composto secco nel liquido e mescolate per far amalgamare. Appoggiate lo stampo sulla griglia del forno così vi sarà più comodo infornarlo. Con un mestolino versate il composto nello stampo.


Fate cuocere i muffins in forno a 180° per circa 20- 25 minuti o finché non saranno ben lievitati e avranno assunto un colore dorato in superficie.


Aprite il forno. lasciateli raffreddare nello stampo per 5 minuti, poi sformateli e metteteli su una griglia a raffreddare.
Preparate la glassa mescolando zucchero a velo, poco miele e qualche cucchiaino d'acqua. Cospargete la glassa sui muffins e decorate con scaglie di mandorle.




Prima di chiudere il post vi voglio dare qualche consiglio per l'utilizzo degli stampi in silicone. 
- Gli stampi in silicone Happyflex resistono a temperature estreme da -60° a +260°, quindi garantiscono cotture perfette in forno tradizionale o a microonde e sono ottimi anche per la conservazione dei cibi in congelatore.
- Si devono sempre lavare ed asciugare perfettamente.
- Solo al primo utilizzo, dopo essersi assicurati che siano completamente asciutti, si devono imburrare leggermente in superficie.
- Per gli utilizzi successivi non è più necessario ungerli ed infarinarli perché sono perfettamente antiaderenti e la sformatura è rapida e semplice.
- A cottura ultimata per una estrazione precisa è opportuno lasciar raffreddare i preparati.
- Per poterlo maneggiare facilmente appoggiate lo stampo sulla griglia del forno prima di versare il preparato.
- Si lavano con un getto di acqua calda, 50°, o in lavastoviglie.
- Non utilizzare mai coltelli.



martedì 2 agosto 2011

Pasta con Fagioli Freschi


Una pasta e fagioli estiva perché utilizza i borlotti freschi che sono di stagione. In questa versione una parte dei fagioli viene passata nel mixer e questo rende la pietanza più “azzeccosa” e quindi più amalgamata. A Napoli si dice che la pasta è fagioli è ottima quando infilando verticalmente il cucchiaio nel  piatto questo non cade, e questa pasta, vi assicuro, ha superato la prova. Comunque "azzeccosa", io la preferisco così, o "brodosa" è una questione di gusti. La potete consumare appena preparata o anche "riposata", perché è ottima anche fredda. Se la preparate in anticipo potete farne un piatto sublime passandolo al forno, in questo caso però non usate i tubetti ma la  pasta “grossa” tipo penne e pennoni, rigatoni, candele spezzate, mafalde, questo perché con tali formati si esalta la croccantezza del piatto.

Ingredienti per 4 persone: 
1 kg di fagioli borlotti freschi
200 g di tubetti o mezzi canneroni rigati
50 g di pancetta
1 carota
1 costola di sedano
1 rametto di rosmarino
1/2 cipolla
1/2 tazza di salsa di pelati
1 foglia di alloro
1 spicchio d'aglio
olio evo
pecorino o grana grattugiati
sale
pepe o peperoncino 


Sgranate i fagioli, sciacquateli e metteteli nella pentola a pressione con carota, cipolla, sedano e alloro. Coprite con acqua fredda, chiudete la pentola e cuocete per 25 minuti dall'inizio del sibilo. Se utilizzate la pentola normale la cottura dovrebbe essere di 45 minuti. Aprite la pentola togliete l'acqua in eccesso e salate. Non buttate l'acqua in eccesso perché potrebbe essere utile in seguito per diluire il condimento.
In un tegame saltapasta fate imbiondire l'aglio schiacciato ed il peperoncino con un battuto di pancetta ed un rametto di rosmarino che poi eliminerete. Aggiungete la salsa di pelati, salate e lasciate addensare.
Frullate con il mixer ad immersione due terzi dei fagioli e uniteli al condimento insieme ai fagioli interi. Fate cuocere ancora per qualche minuto per insaporire il tutto. Se il condimento risulta troppo asciutto potete aggiungere un po' di acqua di cottura dei fagioli.
Scaldate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente ed unitela al condimento. Mescolate per un paio di minuti su fuoco acceso per far insaporire la pasta. Impiattate, spolverate con grana grattugiato e guarnite con foglioline di rosmarino.




lunedì 1 agosto 2011

Collaborazione con Happyflex


Da oggi inizio una collaborazione con l'azienda Happyflex by fluorgum che mi ha gentilmente omaggiato dei prodotti che vedete in foto. 

I prodotti della linea Happyflex sono stampi in silicone alimentare purissimo garantiti dalla qualità Made in Italy.
Pratici e colorati, garantiscono cotture perfette in forno tradizionale o a microonde e sono ottimi anche per la conservazione dei cibi in congelatore. Resistono a temperature estreme da  -60°C sino a +260°C, assicurando una eccellente qualità. 
Inoltre la linea Happyflex è disponibile in tante forme diverse, da quelle più classiche a quelle più allegre e fantasiose e quindi si possono realizzare ricette di pasticceria e gastronomia soddisfacendo anche la creatività.
Con Happyflex non più necessario ungere ed infarinare: tutti i prodotti sono perfettamente antiaderenti e la sformatura è rapida e semplice. Si lavano con un getto d'acqua o in lavastoviglie.

Vi saluto, vado in cucina a provarli